giovedì 13 aprile 2017

TRASFERIMENTO

Piume di Carta si trasferisce qui:

https://valuccina.wixsite.com/piumedicarta

lunedì 7 marzo 2016

Creamy Mami

foto: cell (scanner in una posizione scomoda da esser raggiunta ù_ù)
Soggetto: creami Mami
Colorazione: copic *___*, esperimento riuscito benino dai!!!
Realizzato qualche giorno fa ^_^


Ci provo a fare i ritratti ma....

...ho ancora molto da imparare! Comunque sono abbastanza soddisfatta, ha un qualcosa che gli manca, ma piano piano mi avvicino sempre di più. Ho dovuto fare la foto da cell, il formato del foglio è più grande del mio scanner, dal vivo rende un po' meglio.
Decisamente meglio anzi -_-


domenica 24 gennaio 2016

Ultim'ora...


QUANDO NASCE UNA FIABA



tag-fiabesco-L-KnsplD.jpeg

Quando in testa si accende una lucina...

...prepotente come una di quelle a LED.
Già, perchè due giorni fa si è accesa. MI diceva “ devi scriverla, ora. Subito!”
Mi riferisco ad una novella, una fiaba, liberamente ispirata a persone reali. Per me è importante, perchè rappresenta un modo per riversare dei ricordi in chiave fiabesca. Non ho la più pallida idea di come si scriva una fiaba o una novella, ma so perfettamente dove voglio arrivare. La correderò con dei disegni, riferiti ai personaggi, alle scene più belle e/o divertenti.
La dedicherò a molte persone, la farò stampare. Tempo per curarla ne ho adesso.

Vi regalerò anche qualche piccola anteprima, sempre che vogliate confondervi con i miei deliri XD



domenica 17 gennaio 2016

Bozzetti nostalgici

Una bellissima domenica, fredda, soleggiata e limpida, mi ha acceso una gran nostalgia di anime anni ottanta. Eccovi una sfornata di bozzetti che in futuro rifarò a photoshop, definendoli e colorandoli. Buona visione!!

Evelyn

Principessa dai Capelli Blu 

Jimmy la Sirenetta

Lady Lovely

lunedì 23 novembre 2015

La Regina Rossa, Sara di Furia

Buonasera a tutti ragazzi, stasera vi voglio presentare un libro che ho conosciuto sempre alla fiera del libro di Pisa. Già lo avevo visto pubblicizzato su Facebook, successivamente presentato a Lucca comix, infine trovato a Pisa e di conseguenza comprato.
Si presenta con una copertina accattivante dalle tinte scure a contrasto con un bel rosso vivo.
Ma bando alle ciance, eccolo qua:

Titolo: La Regina Rossa

Autrice: Sara Di Furia

Edito da: La Corte Editore

Prezzo: 15,90 € per Kindle: 4,99 €

Pagine: 195

Genere: Fantasy - Storico


Trama
Nell’Inghilterra di metà '800 una bambina orfana viene adottata dalla nobile famiglia Klein, ma un abbozzo di sesto dito e un neo sul viso, considerati marchio di stregoneria, segnano il destino della piccola. Cresciuta nel sospetto, Christianne, ormai giovane donna, si distinguerà dalle sorellastre per la ribellione alle regole del suo tempo e l’incontro con Nicolas Bourbon, il giovane precettore assunto dalla famiglia per l’istruzione delle figlie, e con il suo corvo, darà inizio a una serie di eventi che movimenteranno la sua vita e che la porteranno a vestire anche i panni di Thomas Talbot per poter accedere alle conoscenze riservate al mondo maschile.In seguito alla morte di una delle sorelle, però, Christianne scoprirà di essere davvero in grado di vedere lo spirito dei morti e di poter comunicare con loro.La sua vita, allora, verrà di nuovo completamente stravolta, e tra fantasmi, segreti e inquietanti misteri, cercherà di svelare la verità sul proprio destino e sulla storia di una delle regine d’Inghilterra più famose di tutti i tempi: la Regina Rossa.

Recensione

Come già ho scritto all'inizio di questo post, ho preso il libro a Pisa, durante l'annuale fiera dedicata. Sono stata attirata dalla copertina, successivamente la sinossi ha giocato il suo, nonché l'incoraggiamento dell'editore (bravo!) che mi ha sollecitata dicendomi più volte "lo divorerai, ti piacerà!", ci ha pienamente azzeccato: mi è piaciuto e me lo son piacevolmente divorato in un pomeriggio piovoso e umido, accompagnato con una bella tazza di thè fumante.
La giovane protagonista Christianne, si trova al centro di un ciclone costellato di fantasmi, mentalità chiusa, voglia di saperne di più sul mondo che la circonda e l'impossibilità di vivere una vita tranquilla per colpa delle disgrazie che sembrano abbattersi ovunque vada, fino a quando un giorno la verità le spalanca le ali.
L'autrice mescola, con grazia e abilità, fantasy e fatti storici, dando vita a 195 pagine che riescono a tenerti incollata sino all'ultima battuta. Una scrittura semplice e vivace, piena di sentimento, mistero e paranormale, accompagna il lettore nella vita presente e passata di Christianne.
Un romanzo che si leggere veramente tutto d'un fiato.

L'autrice

Sara di Furia è nata a Brescia e ha già pubblicato diversi racconti e romanzi, tra cui I segreti di Kane Town, ricevendo attestati e premi in numerosi concorsi nazionali.
E' membro dell'associazione EWWA (European Writing Woman Association) ed è insegnante nella scuola secondaria di secondo grado.
Questo romanzo è l'ennesima prova del suo talento di scrittrice.




martedì 17 novembre 2015

Lisa- Erika Polignino

Salve a tutti quanti! Torno da voi dopo un periodo un po' così, fatto di alti e bassi. Più bassi che alti ma lasciamo perdere. Ho fatto un vero e proprio raid alla fiera del libro a Pisa, scovando titoli interessanti.
Oggi vi propongo uno di questi, Lisa, una storia dolcemente Goth.

Titolo: Lisa

Autore:Erika Polignino

Editore/Collana: Onirica Edizioni/Le Fantasie

Prezzo:14,00

Formato: Brossura

ISBN: 9 788896 797549


Trama
Lisa ha nove anni e dimora in un mondo capovolto, dove ogni forma di diversità è accettata e il ritmo di vita funziona all'inverso. Di giorno gli abitanti dormono e la notte lavorano. È una bambina che adora ammirare la luna quando è alta nel cielo. Frequenta la scuola e ha come compagno di classe il russo Kalin, un bambino magrissimo che ama la matematica. Dopo le lezioni, torna a casa e incontra Ani che dorme tra i rami di un albero sempreverde. Un orgoglioso ragazzo egizio che cammina a testa in giù. In un negozio di balocchi lavora un'eccentrica ragazzina di nome Ella Stessa che porta sul capo una corona mignon d'oro. Lei ha la bizzarra capacità di mutare aspetto. Lisa e i suoi amici, attraverso i giochi e i racconti, scoprono nuovi sentimenti e la verità sul grande mistero che li circonda. L'Anagrafe, è l'elemento che pare unire tutti gli abitanti di questo rovesciato mondo. Tra la fiaba dark e la narrativa contemporanea, in Lisa la scrittura è lirica, ipnotica, surreale dove la Polignino sa raccontare la profondità delle emozioni umane curando le ferite dell'anima.

Autrice


Erika Polignino è nata a Milano.
E' una scrittrice che viene dal panorama goth, ed è conosciuta nell'ambiente grazie ai suoi numerosi reading.
Lisa è il suo terzo romanzo. Ha pubblicato in precedenza Nero Fluorescente e Modamorte.E' apparsa su numerose testate giornalistiche tra cui il Corriere della Sera.




La mia recensione

Lisa è il nome di una bambina dai grandi occhioni marroni, tristi,  che ti guarda al di là di una copertina. Mi ha chiamata da uno scaffale in esposizione alla fiera del libro a Pisa e ho acquistato la sua storia senza indugio.
Oggi che ho finito di leggerla, mi ha dato quella spinta di cui avevo bisogno per poter riprendere in mano quello che è un mio divertente hobby (recensire i libri), che avevo lasciato andare a seguito di un fatto. 
Ma torniamo a noi.
Lisa è una bambina dolcissima che vive in una città dove tutto va alla rovescia, essere strani è davvero normale. La piccola stringe amicizia con Kalin, un bambino magro come uno stecco e appassionato di numeri, inizialmente suo compagno di banco; Ani, un ragazzino dai buffi vestiti che cammina a testa in giù e sa parlare una strana lingua fatta di figurini che si muovono e danzano; Ella Stessa, una ragazzina dai vaporosi capelli rosa, vestiti eccentrici, che gestisce un negozio di giocattoli. Sono le uniche persone con cui la piccola riesce a stringere un'amicizia forte e sincera, con le quali Lisa passerà momenti belli e divertenti, ma anche momenti importanti che segneranno molto i pensieri della bambina. 
La storia di Lisa è un inno all'amicizia e alla forza di questo sentimento, puro e semplice. 
La scrittura di Erika è caratterizzata da una complessa semplicità; alterna periodi di altri tempi, enigmi sospesi, a pensieri chiari e brillanti, come solo un bambino è in grado di formulare. 
Aggiunge un tocco di mistero la presenza di misteriosi cubi cangianti che appaiono e scompaiono, riuscendo a trasmettere inquietudine e tranquillità al tempo stesso. Lo stile di Erika può risultare a tratti difficile da leggere, non è un tipo di scrittura sulla quale ti puoi permettere di sorvolare, si perdono passi sostanziali.
Per concludere, è un libro che ho apprezzato moltissimo, specialmente in questo periodo della mia vita, e mi ha regalato un sorriso, perché c'è sempre una Lisa per tutti noi.
Capirete le mie ultime parole solo leggendolo, se scrivo altro vi regalo solo spoiler rovinandovi la lettura. ^-^