venerdì 21 gennaio 2011

Settimana da urlo

Già, proprio una settimana del cavolo. Iniziata male e finita insomma. Beh, direte voi, poteva finire peggio, si, ma poteva andare anche molto meglio. A lavoro non ho avuto un attimo di tregua, mi rendo sempre più conto che quando hai bisogno nessuno ti aiuta e se possono te lo buttano lì, ho evitato la lavata di capo grazie al quel pizzico di arguzia che Madre Natura mi ha regalato, perché se aspettavo una mano dalle colleghe, stavo fresca. E non è una cosa solo di oggi, ma di tutta la settimana. Poi la gente, è sempre più irrispettosa, pretende e ti prende anche per i fondelli, oltretutto. Poi come se non bastasse a casa il caos, non funziona telefono, internet, niente. Non ho neanche voglia di prendere il cellulare, mi fa fatica. Un momento transitorio. Però stasera mi girano altamente gli zibidei e senza un motivo serio o vero. Mi girano punto e basta. Credo sia colpa dell'accumularsi di tutta questa tensione. Vediamo il lato positivo: questa settimana è finita, c'è il weekend e speriamo che la prossima sia meglio.
Non andando internet ho finito le Cronache del Mondo Emerso. Menomale, l'avevo fermo da giorni, mi è davvero piaciuto.

sabato 15 gennaio 2011

CAmbiamenti

Eh già.Come esplica il titolo, voglio apportare numerosi cambiamenti. Mi sento carica di un qualcosa che mi porta a volere quella cosa chiamata indipendenza, a tutti i costi.

domenica 9 gennaio 2011

E le vacanze son finite...

...già, e da domani si riparte a lavorare. Niente ferie fino ad Agosto, anche perché le ho proprio finite ora. Mi  ero abituata troppo bene, poi a differenza delle ferie passate, avevo da fare, sicché mi son volate anche troppo alla svelta ...uff T_T
Domani vedremo come è il rientro.

venerdì 7 gennaio 2011

Pensieri di oggi, sette gennaio 2010.

Questo blog si può dire che l'ho preso sul serio. Mi è piaciuta l'idea di presentare ciò che leggo e quindi poterlo anche commentare con chi ha letto e divulgare così libri, idee, opinioni, e perché no, scambiarsi il tutto.
Spero di avere numerosi riscontri ^w^

Fantasy Lover

Trama
Maledetto e intrappolato in un libro per l'eternità Julian il Macedone è condannato a servire come schiavo sessuale chiunque lo chiami fuori dal libro. Per secoli, ha servito uomini e donne di tutti i tipi e ormai non crede più nella bontà umana o nell'amore, finchè non viene chiamato fuori dal libro nella nostra epoca da Grace Alexander. Lei lo tratta come una persona, non come uno schiavo e lui ben presto capisce di provare qualcosa per lei. Ma ben presto lui sarà rinchiuso ancora nel libro o forse l'amore può spezzare le sue catene?


Sherrylin Kenyon
Nata in Georgia nel 1965, Sherrilyn Kenyon è una famosa scrittrice statunitense, nota soprattutto per la saga ?Dark-Hunters?. Sotto lo pseudonimo di Kinley MacGregor ha scritto anche romanzi storici. I romanzi della Kenyon sono stati tradotti in tutto il mondo: ha venduto più di 20 milioni di copie in oltre trenta paesi. Apprezzata dal pubblico e dalla critica, i suoi libri sono apparsi più volte ai vertici delle classifiche del New York Times, del Publishers Weekly e di USA Today.



Pareri:
Ero scettica su questo libro, mi pareva una vera e propria cavolata. Invece, convinta da un'amica l'ho letto e devo dire che mi ha fatta anche sorridere. E' ricco di scene buffe alternate da momenti di leggera tensione. Una storia d'amore divertente e diversa dal solito. L'idea dell'evocazione di uno schiavo di un paese lontano come fidanzato, può sembrare banale, però è ben gestito. Gli darei un sette e mezzo secondo il mio personalissimo gusto.

mercoledì 5 gennaio 2011

WinterGirls


Lia e Cassie sono amiche dall'infanzia, ragazze congelate nei loro fragili corpi, in competizione in un'assurda gara mortale per stabilire chi tra loro sarà la più magra. Lia conta maniacalmente le calorie di tutto quello che mangia e di notte quando i suoi non la vedono si sfinisce di ginnastica per bruciare i grassi. Le poche volte che mangia, cerca di ingerire cose che la feriscono, come cibi ultrapiccanti, in modo da "punirsi" per aver mangiato. Si ingozza d'acqua per ingannare la bilancia nei giorni in cui la pesano. Quando eccede nel cibo ricorre ai lassativi e passa il tempo a leggere i blog di ragazze con disturbi alimentari che si sostengono a vicenda. Nel suo libro più toccante e poetico dopo Speak, finalista al National Book Award, L. H. Anderson esplora l'impressionante discesa di una ragazza nel vortice dell'anoressia.

L'Autrice:

Laurie Halse Anderson è nata nel 1961 a Postdam, cittadina dello stato di New York.
Con 25 libri all’attivo e numerosi riconoscimenti letterari è attualmente una delle scrittrici
 più amate nel campo della narrativa Young Adults. L’autrice ha studiato in Danimarca,
vissuto in una fattoria, lavorato in un negozio di vestiti, approcciato la vita collegiale
all’Onondaga Community College e si è infine laureata nel 1984 alla facoltà di lingue e
linguistica della Georgetown University. Dopo aver costruito una famiglia e dato alla luce
due bambine, ha iniziato la sua carriera di scrittrice pubblicando la sua prima opera nel
1996: Ndito Runs, a cui sono seguiti svariati racconti per l'infanzia.

Tra gli altri romanzi di Laurie Halse Anderson si segnalano: Catalyst(2002), Prom (2005),
Twisted (2007) e Wintergirls (2009) che ha scatenato un dibattito tra le teenager americane,
ricevuto ottime critiche e un notevole successo di vendite. Speak, che pubblicato
 originariamente nel 1999 ha ispirato un film (2004) con lo stesso titolo e identica fortuna,
 è il suo primo romanzo ad arrivare in Italia. Del 2010 è Wintergirls


Pareri Personali
Ho letto il libro tutto d'un fiato, finendolo in poco meno di tre ore. Mi ha letteralmente tenuta incollata alle pagine, 
riesce a farti vivere
 i drammi dell'anoressia e la crudeltà di questa malattia, che non ti fa rendere conto del vortice che ti risucchia, 
fino a portarti all'orlo
 tra la vita e la morte, dove non sempre la salvezza è la via che viene percorsa.

Il Diario del Vampiro-Il Risveglio

Lisa Jane Smith



è una delle scrittrici di urban fantasy più amate al mondo, e con i suoi libri ha conquistato due generazioni di fan. La Newton Compton ha pubblicato Il giorno del solstizio (il suo primo romanzo) e le sue saghe di maggior successo: Il diario del vampiro (Il risveglio, La lotta, La furia, La messa nera, Il ritorno, Scende la notte, L’anima nera e L’ombra del male); I diari delle streghe, La setta dei vampiri, Dark Visions e Il gioco proibito. Dalla saga Il diario del vampiro, un besteller internazionale, è stata tratta la serie TV The vampire diaries, creata da Kevin Williamson e Julie Plec, finalmente in onda anche in Italia. Scoprite tutto su Lisa Jane Smith visitando i sitiwww.ljanesmith.net e www.lasettadeivampiri.com.



Il diario del vampiro
Il risveglio - La lotta - La furia - La messa nera - Il ritorno - Scende la notte -L'anima nera - L'ombra del male

I diari delle streghe
L'iniziazione - La prigioniera - La fuga - Il potere

La setta dei vampiri
Il segreto - Le figlie dell'oscurità - L'incantesimo - L'angelo nero - La prescelta - L'anima gemella - La cacciatrice - L'alba oscura

Dark Visions
Il dono - Il vampiro della mente - La passione

Il gioco proibito

La casa degli orrori - L'inseguimento

In Particolare: Il diario del Vampiro: il Risveglio




Il primo capitolo della saga che ha dato vita alla serie televisiva The vampire diaries.
Oltre 700.000 copie vendute in Italia.


Elena Gilbert è una ragazza d’oro, è bella, è brillante, ha tutto nella vita. Ma le sue giornate non hanno nulla di eccitante. Così, alla ricerca del brivido, intreccia una relazione con il tenebroso Stefan. Ma Stefan nasconde un segreto che potrà sconvolgere per sempre la vita della protagonista... Ha inizio per Elena la più affascinante e pericolosa delle avventure. Una storia d’amore e odio, di luce e ombra, in cui Stefan e Damon, due vampiri fratelli, avversari in una guerra millenaria, si contenderanno il cuore della ragazza e il suo destino.

«Ipnotizza il lettore fino all’ultimo capoverso.»
Francesco Fantasia, Il Messaggero

«Lisa Jane Smith brilla nel firmamento del “new gothic”.»
Enzo di Mauro, Corriere della Sera

«La Signora delle saghe fantasy.»
Laura Pezzino, Vanity Fair



Il mio personalissimo parere è questo: è un bel libro, leggero, frizzante e ispira curiosità. La trama di per sé è un classico visto e rivisto però ben arbitrato. Se volete un qualcosa di piacevole e leggero consiglio di leggerlo, ai fan dei vampiri intesi come dalla Rice lo sconsiglio, perché potrebbero restarne delusi. A me nel complesso è piaciuto. ^_^

martedì 4 gennaio 2011

Ciaooo ^O^/

Un mega ciao a tutti! da oggi nasce questo blog, anche per inaugurare l'anno nuovo in bellezza ^^
Ancora un saluto a tutti!