martedì 26 luglio 2011

Chiedo scusa

in questi giorni sono stata e sono un po' assente. Purtroppo ho avuto qualche pensiero x la testa, ma tutto è tornato al suo posto. Tonerò + attiva che mai ^_^

martedì 19 luglio 2011

Francobollone Gatto

E' dedicato al mio ragazzo, però lo metto a disposizione per chiunque ne voglia fare uso o semplicemente perché piace. Non modificate l'immagine e lasciatemi un commentino se prelevate! ^_^

venerdì 15 luglio 2011

L'estate dei Fantasmi - Saundra Witchell




Casa Editrice: Giunti
Prezzo:14,50 €
Pagine: 247

Trama

Benvenuti ad Ondine, soporifero paesino della Louisiana in cui non succede mai niente. 
L'unico fatto degno di cronaca risale a molti anni fa, quando un ragazzo scomparve misteriosamente.
C'è chi dice che sia affogato nel lago, chi sostiene che sia scappato lontano.
questo posto dimenticato, popolato da ragazzini indolenti, vecchi benpensanti e manovali non offre molti diversivi per Iris e Colette. Le due amiche inseparabili si preparano a passare l'afosa estate dei loro quattordici anni fra noia e sogni di fuga dalla monotonia.
Ma quella caldissima estate, inaspettatamente, si rivela per loro piena di segreti, misteri e scoperte, tra l'emozione di esperienze normali, come il primo amore, e paranormali, poiché ad Ondine il posto più vivo sembra essere il cimitero.

L'estate dei fantasmi è un romanzo ad alta tensione, straordinariamente coinvolgente, che trascina il lettore nelle misteriose paludi della Lousiana, dove, sepolta da troppo tempo, si nasconde una terribile verità.

<<Respira molto lentamente, solo lo stretto necessario e aspetta. Devono credere che siamo morte, così non avranno paura di avvicinarsi.>>
Il mio cuore battevo a tempo con il canto delle cicale e a malapena riuscivo a stare ferma. Sembrava che quelle anime antiche, uscite dai loro corpi terreni ma non ancora salite in paradiso, si stessero affollando intorno a noi.

-L'Estate dei Fantasmi è un libro bellissimo e insieme inquietante: è pieno d'amore e bugie, segreti e tradimenti, che s'intrecciano magistralmente dando vita a un romanzo indimenticabile.- Kami Garcia, autrice di La Sedicesima Luna, bestseller del New York Times.

-Un esaltante ibrido di ghost story e mistery... Un romanzo altamente evocativo, ricco di momenti di suspense mozzafiato e dal finale elegiaco.- Booklist

L'autrice


Saundra Witchell, scrittrice pluripremiata e appassionata di storie del mistero, vive a Indianapolis con la sua famiglia. L'estate dei fantasmi è arrivato fra i finalisti del premio Edgar per i libri YA.
Inoltre Saundra, sceneggiatrice e scrittrice di libri, ha redatto le sceneggiature delle serie di cortometraggi realizzati da Fresh Film e Girls in the Director's Chair. Il suo cortometraggio Ready to Wear ha ricevuto la nomination per il puschart Prize e il suo primo lungometraggio, Revenge Ends, ha debuttato nel circuito dei festival. Nel tempo libero le piace andare a caccia di fantasmi, fare decoupage e stare insieme al marito e ai suoi due bambini. Potete trovarla sul suo sito web: www.saundrawitchell.com.

About the Book

Il libro scorre che è un piacere. Molto semplice, tratta un tema molto particolare.
Due amiche, primi amori, un fantasma che le indispettisce fino all'esasperazione.
Rende i personaggi per l'età che hanno, ossia 14 anni, senza esagerare nella loro caretterizzazione.
Una storia fresca e giovane, che fa vedere attraverso gli occhi e con l'ingenuità di due ragazzine, quello che può celarsi nel mondo sospeso tra i vivi e i morti, quello che può succedere a stuzzicare gli spiriti.
Una lettura piacevole, che porta qualche brivido in più in questa calda estate.

mercoledì 13 luglio 2011

Fuori da un Evidente Destino- Giorgio Faletti

Formato Tascabile
Pagine: 495
Prezzo: 11,90
Casa Editrice: Dalai Editore

Trama:

Il passato è il posto più difficile a cui tornare. Jim Mackenzie, pilota di elicotteri per metà indiano, lo impara a sue spese quando si ritrova dopo parecchi anni nell’immobile città ai margini della riserva Navajo in cui ha trascorso l’adolescenza e da cui ha sempre desiderato fuggire con tutte le sue forze. Jim è costretto a districarsi fra conti in sospeso e parole mai dette, fra uomini e donne che credeva di aver dimenticato e presenze che sperava cancellate dal tempo. E soprattutto è costretto a confrontarsi con la persona che più ha sfuggito per tutta la vita: se stesso. Ma il coraggio antico degli avi è ancora vivo ed è un’eredità che non si può ignorare quando si percorre la stessa terra. Nel momento in cui una catena di innaturali omicidi sconvolgerà la sua esistenza e quella della tranquilla cittadina dell’Arizona, Jim si renderà conto che è impossibile negare la propria natura quando un passato scomodo e oscuro torna per esigere il suo tributo di sangue.

L'autore


Giorgio Faletti è nato ad Asti il 25 novembre 1950. Artista poliedrico non ha mai smesso di dare prova della sua capacità di spaziare da un campo artistico all’altro. Come comico ha lasciato una forte impronta nel panorama della comicità creando una serie di personaggi indimenticabili protagonisti di alcune fortunate serie televisive come Drive InEmilio eFantastico 90.
Anche come musicista Giorgio Faletti ha ottenuto negli anni numerosi consensi. Ha cominciato pubblicando in proprio diversi album di successo.
Nel 1994, con la canzone Signor Tenente, si è aggiudicato il secondo posto e il Premio della Critica al Festival di San Remo. Sono nate in seguito le collaborazioni con alcuni grandi artisti della musica leggera italiana: ha scritto canzoni per MinaMilvaGigliola Cinquetti e i versi di due album di Angelo BranduardiCamminando Camminando eIl dito e la luna.
Il 2002 segna l’esordio in campo letterario. Il romanzo Io uccido balza immediatamente al vertice delle classifiche italiane e con oltre 3.500.000 di copie vendute diventa uno dei più clamorosi successi editoriali degli ultimi anni. Nel 2004 esce Niente di vero tranne gli occhi che conferma il talento letterario di Giorgio Faletti con oltre tre milioni di copie vendute. I suoi libri sono tradotti in 25 lingue e pubblicati con grande successo, oltre che in tutti gli stati d’Europa, anche in Sud America, in Cina, in Giappone, in Russia e a partire dal mese di marzo 2007 negli Stati Uniti e nei paesi di lingua anglosassone.
Nel novembre del 2005 Giorgio Faletti ha ricevuto dal Presidente della Repubblica ilPremio De Sica per la Letteratura.
Nel frattempo non dimentica di essere un attore. Nel 2006 interpreta il prof. Martinelli inNotte prima degli esami, film campione di incassi con oltre 20 milioni di euro al botteghino. La sua interpretazione è stata premiata dalla critica con la nomination al David di Donatello come migliore attore non protagonista.
Il suo terzo romanzo, Fuori da un evidente destino ha venduto 1.500.000 copie.


La mia recensione

Di questo autore ho letto anche Io Uccido e Niente di Vero Tranne gli Occhi.
Nulla da dire sul suo stile coinvolgente, ricco di dettagli e dotato di quella ricchezza di vocaboli e di situazioni che non stuccano mai.
Questo suo terzo romanzo, mi è piaciuto molto per come è stato diretto a livello di trama e "scenografia". Mi ha lasciata un po' perplessa l'oggetto della trama in sè. Per carità, l'ho trovato un soggetto molto particolare e ben gestito, ma forse un tantino inverosimile, per i miei gusti e conoscendo, per quel che ho letto, le trame di Faletti.
Comunque è un libro che vale la pena di leggere.

sabato 9 luglio 2011

Per me pggi è una ricorrenza speciale. Son passati 12 anni dal primo concerto della mia boyband preferita Sono emozioni che non ti scordi mai. Avevo solo 15 anni, e conservo sempre tutt'ora il biglietto di allora.


Non giudicatemi né pazza né infantile. I ricordi son ricordi.

venerdì 8 luglio 2011

Il Cane Nero - Rebecca Hunt


Autrice: Rebecca Hunt
Casa editrice: Ponte alle Grazie
Prezzo: 16,00€
Pagine: 251
Titolo originale: Mr Chartwell

La trama

Il 22 luglio 1964, nella sua dimora tra le tranquille colline del Kent, Winston Churchill si sveglia di buon'ora e si ritrova in compagnia di una vecchia conoscenza, un ospite tutt'altro che gradito. E' un gigantesco cane nero e, dal buio del suo angolo, non gli toglie gli occhi di dosso. Qualche ora più tardi, nella sua casetta a schiera, la giovane Esther si prepara ad accogliere un aspirante inquilino. Le basta però scorgerne la sagoma attraverso il vetro della porta per inorridire: sembra un materasso, tanto è imponente. E' il cane nero e ha in mente un solo obiettivo: installarsi a casa sua. Invadente, impertinente, a tratti maligno, all'occorrenza il cane nero sa dar prova di un carisma irresistibile. Fiuta le sue vittime, ne addenta le coscienze, gioca sadicamente con i loro destini, ma può anche essere una presenza seducente che riempie la giornata. In una storia surreale e sorprendente, un'autrice di grande talento affronta con leggerezza e ironia il tema del lutto e della perdita, e non ha paura di raccontarne gli aspetti più dolorosi. Quello che ci restituisce è un romanzo umano e profondo, che mette a nudo tutte le ambiguità del rapporto tra la depressione e le sue vittime, i silenzi, la vergogna, ma è anche un potente annuncio di speranza, l'invito a resistere eroicamente, a vedere nel male oscuro del nostro tempo una battaglia che si comincia a vincere nel momento stesso in cui si accetta di combatterla.

L'autrice


Difficilissimo trovare informazioni su di lei. Rebecca è inglese, e il Cane Nero (Mr Chartwell in originale) è il suo romanzo di esordio. Ha raccolto numerosi pareri positivi dalla critica e ha vinto anche diversi premi.

La mia recensione

Lo stile di Rebecca è uno stile ironico e pungente
Mi è piaciuta molto la figura del Cane Nero alias Mr Chartwell, alla quale da una presenza costante che entra nella vita degli altri due personaggi, Esther e il signor Churchill, senza fare troppi complimenti e senza andarsene troppo facilmente.
La tematica affrontata è la depressione, e Rebecca la fa vivere attraverso le movenze del cane nero.
L'unica pecca di questo interessante romanzo è la sua lentezza: gli eventi scorrono troppo lenti e a volte si tende a divagare durante la lettura. Mi è capitato di dover rileggere più di una volta alcuni pezzi perché avevo perso le fila del discorso. Per il resto nulla da dire, Rebecca Hunt ha un ottimo stile di scrittura e spero di vederla sulla piazza con altri libri.

Curiosità

In Gran Bretagna la figura del cane nero è legata al folklore del paese e le storie relative a queste creature sono diffuse per l'Inghilterra, Scozia, Galles e Isole limitrofe.
"I Cani Neri sono descritti come esseri soprannaturali dalla forma di grossi cani, con occhi fiammeggianti e pelo irsuto, dal colore nero o verde fosforescente.
Sono fantasmi ritenuti messaggeri dell'oltretomba, quindi di cattivo augurio.
Secondo le descrizioni, si muovono compiendo lunghi balzi sui sentieri di campagna, durante la notte. Gli occhi, che rosseggiano nel buio, indicano la ferocia della bestia.
Chi incontra questa creatura, anche solo di sfuggita, o sente l'odioso scalpiccio delle sue zampe, sa che la sua fine è vicina.
L'idea di questi cani mostruosi deriva dalla demonologia medievale, che aveva spesso visto nei gatti, nei cani e nei caproni neri i famigli delle streghe, nonché le forme tipiche in cui spesso si rappresentava il Demonio.
La superstizione riguardo a queste creature notturne è diffusa in molte zone rurali della Gran Bretagna. Forieri di morte, sono conosciuti con nomi differenti a seconda delle zone.
Nell'Anglia Orientale sono noti come Black Shucks.
Nel Lancashire il cane fantasma è chiamato Skriker, oppure Gytrash.
Nello Yorkshire prende il nome di Padfoot." [Wikipedia ]
Abbiamo già incontrato diversi Cani neri nella letteratura:
Padfoot lo troviamo in Harry Potter, è il soprannome da Malandrino di Sirius Black (in italiano è stato tradotto in Felpato);
In Dungeon & Dragons c'è un mostro chiamato Mastino Ombr, che ricorda, sia per fattezze che per poteri, il famigerato cane nero;
Nella serie Tv Supernatural il Black Dog viene usato per indicare l'esattore del pegno derivante dai patti stretti tra umani e demoni;
La leggenda del cane nero viene indicata anche nel romanzo Jane Eyre di Charlotte;
Si può trovare anche in una canzone dei Led Zeppelin intitolata appunto Black Dog, dove parla di questi mostri.
Infine per restare in patria, in Puglia, nel suo folklore, con il termine cane nero indicano una persona scostante, fastidiosa, che tenta di imporsi sia con il carattere che con le decisioni, sugli altri.

martedì 5 luglio 2011

La sposa e il Diavolo di Manuela Villa


Autrice: Manuela Villa
Casa editrice: Curcio Editore
Pagine: 128
Prezzo: 12,90

Trama in sintesi

 Il giorno del suo matrimonio con Dev, musicista rock, Sara è convinta di avere trovato la felicità. È un incubo, invece, quello che la aspetta, un inferno di violenze e sopraffazioni. Sara subisce in silenzio, china il capo davanti a un marito da cui non riceve altro che dolore e umiliazioni. Ma per quanto tempo si può negare l’evidenza e calpestare la propria dignità? E quando l’orrore minaccia anche un figlio?


L'autrice





Dopo il successo straordinario e costantemente rinnovato de‘L’obbligo del silenzio’, autobiografia sofferta e coraggiosa pubblicata con Armando Curcio Editore nel 2007, Manuela Villa – tra le voci più emozionanti della scena musicale italiana – torna oggi ad appassionare i lettori con una tragica storia di violenza sulle donne.
Il sito web dell’autrice www.manuelavilla.it
La pagina dell’autrice su MySpace
 www.myspace.com/manuelavillaofficialspace
Il mio parere
E' un libro piccolo di dimensioni ma grande di contenuto. Ti regala emozioni e va dritto al punto. Il tema che tratta è un tema reale, che potrebbe nascondersi a due passi da noi e non lo sappiamo. 
L'ho letto una sola volta, e mi è rimasto impresso come se l'avessi letto più e più volte.

Rinnovo grafica

Vi piace il nuovo stile del blog?? ^_^

Chanel Non fa Scarpette di Cristallo- Barbara Fiorio


Autrice: Barbara Fiorio
Casa Editrice: CastelVecchi
Pagine: 229
Prezzo: 14.90 €

Trama:
Cosa succederebbe se, anziché limitarsi a trasformare in storie la propria fantasia, gli autori delle fiabe più famose avessero stretto un patto con il diavolo condannando le proprie creature a uscire dalle pagine dei libri per affrontare i vizi e le virtù della quotidianità?
Donne favolose si troverebbero a vivere in un mondo che non è decisamente un regno fatato né un posto per principesse, dove la realtà è fatta di lavori noiosi, problemi da risolvere e uomini davvero molto diversi dai principi azzurri.
Una vita complicata, senza considerare che i termini del famoso patto stipulato alle loro spalle prevede una clausola fondamentale: la ragazza che nel corso della sua esistenza normale dovesse incontrare il vero amore perderebbe, insieme all’immortalità, anche il ricordo del tempo che fu, lasciando scivolare nell’oblio le antiche fiabe raccontate a tutte le bambine del mondo.
Così, mentre alle porte del cuore di Beatrice, Maddalena e Penelope già bussano i rispettivi cavalieri, il divertente e appassionante romanzo di Barbara Fiorio propone alle sue protagoniste l’eterno conflitto tra amore romantico e vita reale: chi vincerà?

Chi è Barbara Fiorio:
Vi metto di seguito cosa si può leggere su di lei direttamente da sito:
Vivo a Genova, dove sono nata il 1° novembre 1968. Il quel momento mio padre mangiava polenta. Mia madre, no.
Formazione classica, studi universitari alternativi, un master in Marketing Communication, ho lavorato oltre un decennio nella promozione teatrale prima di fare moltissime altre cose, tipo la portavoce del presidente della Provincia di Genova, la problem solving a budget zero, la testimone di nozze o la scrittrice.
Ho due gatti, faccio un ottimo salame dolce e brucio spesso i fagiolini perché me ne dimentico, sono ghiotta di cioccolato, non bevo caffè, ho una passione per Gaber, gli orsetti di gomma e la tinta unita, lancio fulmini e secondo alcuni leggo nel pensiero, cosa che non confermo e che comunque, spesso, mi annoia.  Ho imparato mio malgrado che non tutti i rospi sono principi travestiti, ma resto convinta che comportarsi da principessa sia imprescindibile per una vita da favola (una teoria alla quale lavoro da anni senza risultati degni di nota).
Tra le cose stupide che ho fatto per amore: una vana attesa alle sei del mattino su un cavalcavia sotto una pioggia radioattiva; sopportare per 24 ore, nelle scarpe, la sabbia della spiaggia spagnola dove ero stata baciata da un ragazzo che non avrei rivisto mai più; conservare per venticinque anni il burro di cacao usato dal mio primo amore; salire su un aereo, attraversare tutta l’Italia per fare una sorpresa al fidanzato, disturbando lui e l’amante; fare l’animatrice nei villaggi turistici; giocare coi videogames e sparare ossessivamente a creature finte mentre in cucina si carbonizzava lo spezzatino; sposarmi; immolarmi in casta e inutile attesa per periodi variabili da svariati mesi ad annate intere; mangiare anguilla marinata; stare zitta.
Tra le cose che mi piacciono di più (non tutte e non in ordine di importanza): la crema di cioccolato fondente della Caffarel, i serial tv, i gatti, oziare, gli emiliani, l’ironia, il tartufo, qualunque cucciolo di mammifero peloso, la pasta fresca, leggere, gli spot pubblicitari, le fiabe, la fontina, la mitologia, il burro salato, il teatro, Star Wars (i primi, quelli veri), le parole buffe, camminare con l’Ipod nelle orecchie, New York, ridere a crepapelle, parlare francese, ballare, Audrey Hepburn. E, ribadisco perchè ci tengo, il cioccolato, Giorgio Gaber, gli orsetti di gomma e la tinta unita.
Tra i miei scrittori preferiti, in ordine totalmente casuale: Fedor Dostoevskij, William Shakespeare, Lewis Carrol, Michael Ende, Oscar Wilde, Matt Ruff, Christopher Moore, Terry Pratchett, J.K. Rowling, Gabriele Romagnoli, Tonino Benacquista (per inciso, venderei l’anima al diavolo solo se il diavolo fosse Woland e solo se in cambio potessi saper scrivere come Pratchett e Moore).
Chanel non fa scarpette di cristallo è il mio primo romanzo, C’era una svolta è il mio primo libro (e La principessa e il più bello è una delle mie prime favole, scritta a 9 anni).
Cosa ne penso del Libro:
E' un libro divertente e ironico, ti porta in un mondo fatto di magia e realtà destreggiati abilmente. E' un libro che ti fa ridere, piangere e sognare, dove vorresti esser tu la protagonista. Un mio parere personale, ovvio.Ci sono numerosi riferimenti ed è stato un piacere leggerlo, Comprato per caso "solo perchè mi incuriosiva il titolo" non ne sono rimasta affatto delusa.                                                           
Anzi.



lunedì 4 luglio 2011

GiveAway "La ragazza fantasma" di S.Kinsella

Partecipate numerosi a questo fantastico GiveAway indetto da I Love Read di Chocolate Rose!
Cliccate sul bannerino per partecipare!
Buona fortuna!


GiveAway La ragazza fantasma indetto da I Love Read di Chocolate Rose

domenica 3 luglio 2011

Il Vincitore del Giveaway

Il GiveAway si è concluso. E ho calcolato i punteggi.

Premetto che un link di SaraBook Lover non son riuscita a visualizzarlo e non ho potuto contarlo come punteggio, comunque è arrivata lo stesso in finale ^___^

Come è stato calcolato il punteggio.
Ho seguito le regole passo passo e quindi ho assegnato:
      2 Punti per chi ha lasciato la mail ed è divenuto follower del Blog
      1 punto per aver scritto un commento.
      1 punto per ogni link VALIDO lasciato (sono stati tutti controllati e ricontrollati).

Nessuno ha commesso scorrettezze, e vi fa onore.
I modi che tutti mi avete inviato, per suicidarsi in modo assurdo e originale erano tutti molto carini e non potendo scegliere ho assegnato 5 punti a tutti, come premio.

In finale sono arrivati quattro concorrenti con un punteggio pari a 11.

I loro nomi sono: Stefania , SaraBookLover, Caty e Bina's Wonderland.

Ora, la scelta non é stata facile e ho deciso di metterla in mano al sito RANDOM.ORG, un generatore casuale che estrae numeri una volta impostati un massimo e un minimo.

Ho assegnato a ciascuna di voi un numero, andando in ordine cronologico dei post, quindi:
Caty ha avuto il numero 1 (post del 26 giugno);
Sara BookLover ha avuto il numero 2; (post del 30 giugno mattino moooolto presto)
Stefania infine il numero 3.(post del 30 giugno di metà mattina)
Bina's Wonderland il numero 4 (post del 2 luglio di metà mattina)

Ecco qui la stampa a video del sito e della vincitrice evidenziata in rosso:



COMPLIMENTI A SARABOOKLOVER!!!!
Nonostante la "penalizzazione" hai vinto =)
Ancora complimenti!
^____^

Un grazie va a tutti coloro che hanno partecipato e vi aspetto al prossimo Giveaway!

Valentina

sabato 2 luglio 2011

Giveaway in chiusura.

Stasera a mezzanotte il Giveaway del Club dei suicidi sarà ufficialmente chiuso.
Non accetterò più nessuna mail e nessun commento scritto e inviato dopo le 0:00.
Avete ancora un po' di ore per partecipare ^___^
Il vincitore sarà annunciato sul blog e gli verrà mandata una mail con la richiesta dei dati per la spedizione, domenica 3 luglio in serata.
State sintonizzati e...

             Buona Fortuna!!!