domenica 22 aprile 2012

Recensione: Un uso qualunque di te, Sara Rattaro



“Un uso qualunque di te” è un libro che regala emozioni.
Nelle sue poco più di 200 pagine ti porta a conoscere Viola, una donna con un passato ricamato da bugie, che un giorno rivelatosi un incubo con la notizia di sua figlia all’ospedale, si rivela una tragedia per la sua vita e il suo castello di menzogne inizia a crollare, la verità le viene sbattuta in faccia come una spranga sui denti con una violenza inaudita.
La Rattaro usa una scrittura creativa, concisa che lascia intendere tutto senza dire mai esplicitamente niente, capisci quali sono i sentimenti dei personaggi con una linearità sconvolgente, ti arrivano diretti all’immaginazione e al cuore, riesci a vederne le emozioni.
Era tanto che una storia del genere non mi faceva commuovere: questa ci è riuscita con una semplicità quasi irreale.
Dico brava a questa scrittrice, il libro merita veramente di essere letto, “l’amore di una mamma può muovere le montagne” e io, aggiungerei arriva ben oltre.